In evidenzaHai una strategia mirata per motivare il tuo team?

Hai una strategia mirata per motivare il tuo team?

Autore del contenuto

Andiamo incontro ad un periodo dell’anno caratterizzato da bilanci e previsioni per il futuro. Stai pianificando le azioni da mettere in atto per tenere alta la motivazione del team… e non sai come procedere? Non perdere l’opportunità di pianificare i target e i premi di produzione.

Sebbene la maggior parte delle persone pensi che il denaro sia la motivazione predominante, si sbaglia.

Le gare che prevedono incentivi sono un ottimo modo per motivare il tuo team e per entusiasmarli alle attività da fare.

E però necessario essere attenti, gli incentivi devono essere valutati e messi in atto non in modo casuale ma altamente strategico.

Bonus ed incentivi: non solo denaro 

In primis è necessario pensare  al di fuori del bonus in denaro per incentivare le persone del tuo team.

Sebbene i bonus in denaro siano gli incentivi più diffusi, potrebbero non essere l’uso migliore delle vostre risorse. Molti ricorrono solo all’uso del denaro per motivare i commerciali a lavorare più intensamente. Anche se molto frequente, non è l’unico elemento da valutare in fase di definizione degli obiettivi.

Invece di usare il denaro come motivazione, è doveroso valutare qualcosa di diverso. Questi incentivi non monetari possono avere lo stesso impatto senza spendere altro denaro.

Un’ottima alternativa che garantisce risultati misurabili e duraturi è la Gamification!

Quando adottiamo strategie di gamification per i team, aggiungiamo elementi di gioco ad ambienti non di gioco per migliorare il coinvolgimento e le prestazioni. La gamification può assumere la forma di una competizione amichevole tra colleghi o di uno sforzo collaborativo tra un gruppo di commerciali che lavorano insieme per un determinato periodo di tempo.

La motivazione è inaffidabile per sua natura. Mantenerla sempre ad alti livelli non è mai facile.

Ti sei mai chiesto cosa motivi  il tuo team?

  • Esistono Motivazioni che vengono da dentro: le persone portano a termine compiti difficili non solo perché sono pagate per farlo, ma anche perché sono orgogliose del loro lavoro e si divertono. Le migliori performance sono figlie di questa descrizione: queste persone non hanno bisogno di essere spinte  a lavorare  duramente perché sono già intrinsecamente motivate.
  • Ci sono Motivazioni invece che vengono dall’esterno: premi, riconoscimenti e distintivi sono il motore di alcune persone. Queste si sforzano sempre di essere i migliori e si impegnano di più quando sono vicini al raggiungimento di un obiettivo. Se pensate  ai vostri collaboratori che hanno prestazioni nella media, anche loro faranno del lavoro extra quando si avvicinano a una quota o a un obiettivo.

La gamification può essere la soluzione ideale per mantenere tutti motivati e orientati all’obiettivo.

  • Imprenscindibile è mostrare gratitudine

A volte, per motivare il tuo team basta un piccolo riconoscimento. Un semplice “grazie” o “buon lavoro” può far sentire i tuoi collaboratori  apprezzati e stimati. E, l’apprezzamento, è uno dei più potenti elementi che scatena la motivazione che esistano. Secondo lo studio della Glassdoor, il 70% delle persone lasciano l’azienda perché si sentono sottovalutate.

Quindi non dimenticare di dare una pacca sulla spalla ai membri del tuo team di vendita ogni tanto: potrebbe essere l’unica cosa di cui hanno bisogno per continuare a vendere al meglio.

  • Importantissimo è celebrare  i tuoi top performer!

Storicamente gli esseri umani hanno difficoltà nel celebrare i successi professionali. Ciò significa che, nonostante il duro lavoro, i commerciali, e in generale chi si occupa di vendita, sono i più propensi ad associare i festeggiamenti alla loro vita personale.

Sebbene si congratulino a vicenda per la conquista di grandi clienti o per la promozione, le piccole vittorie settimanali che consentono una crescita costante dell’azienda passano troppo spesso inosservate. Purtroppo, alcuni manager credono che festeggiare i piccoli successi distragga i loro team o inviti all’autocompiacimento.

Alcuni sostengono che festeggiare i successi sia inutile e improduttivo. Tuttavia, nel 2015 Judith Glaser, un’antropologa delle organizzazioni, ha affermato che il mantenimento di un ambiente riconoscente e propenso a festeggiare i successi sul lavoro porta effettivamente a relazioni più calme, a un pensiero più creativo e a una maggiore concentrazione nelle situazioni di alta pressione.

La domanda a questo punto sorge spontanea: come incentivare quelli che devono migliorare?

Noi tutti siamo  animali sociali e questo si riflette nel linguaggio che usiamo per descrivere le nostre attività. Le chiamiamo “organizzazioni” perché richiedono la collaborazione di molte persone per funzionare correttamente.

Uno degli scenari in cui potresti celebrare risultati importanti  è quando un nuovo venditore del team conclude un affare o acquisisce un nuovo cliente, questo è un ottimo modo per dargli fiducia fin dall’inizio.

È importante stabilire delle linee guida che ti aiutino a capire cosa può essere celebrato e cosa no. I riconoscimenti faranno sì che tutti coloro che devono migliorare si impegnino di più nel loro lavoro, il che è positivo per i profitti dell’azienda.

E fondamentale lavorare senza sosta per mantenere alta la motivazione 

Il settore delle vendite ad esempio  è altamente competitivo, quindi sicuramente potrebbe essere produttivo provare ad organizzare una challenge per aumentare la produttività. Il desiderio di vincere spesso spinge i commerciali a dare il meglio di sé.

Invece di individuare specifici venditori del team per i loro risultati e assegnare loro dei premi, sarebbe auspicabile dare loro dei titoli onorifici.

Ad esempio, chi raggiunge per primo l’obiettivo potrebbe essere considerato “Il vero campione di vendite del terzo trimestre”.

In questo modo, non solo si avvantaggia il vincitore, ma si promuove anche un senso di competizione amichevole tra i compagni di squadra che inevitabilmente porta a lavorare di più per essere al top la prossima volta.



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

Potrebbe interessarti






Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Iscriviti alla nostra newsletter gratuita

Rimani sempre aggiornato sugli ultimi approfondimenti.
Lascia il tuo indirizzo mail, seleziona i tuoi interessi e ricevi gratuitamente sulla tua casella di posta la prima pagina di Moondo con le notizie più interessanti selezionate per te.