Con il Dl Rilancio – informazioni per famiglie, lavoratori e imprese – sono state apportate importanti modifiche al Bonus Pubblicità 2020, di cui avevamo già scritto in Bonus pubblicità 2020: tutto quello che devi sapere!

Riportiamo quanto previsto direttamente dal sito del governo:

Credito d’imposta 50% sugli investimenti pubblicitari

Viene incrementato ulteriormente il “Bonus Pubblicità” destinato alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica anche on line e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali. Dopo le misure introdotte dal Decreto Cura Italia, la percentuale del credito d’imposta è ora aumentata dal 30 al 50% del valore degli investimenti effettuati.

NOVITA’ SOSTANZIALI

Rispetto a quanto già previsto per il 2020 queste sono le novità sostanziali:

  • concesso nella misura unica del 50% (rispetto al 30% previsto dal “Cura Italia”)
  • calcolato sul valore di TUTTI gli investimenti effettuati (e non più entro il 75% dei soli investimenti incrementali)
  • nel limite massimo di spesa di 60 milioni di euro (precedentemente era nel limite massimo di spesa di 27,5 milioni di euro)
  • le nuove domande potranno essere presentate dal 1 ed il 30 settembre 2020
  • restano valide le domande già presentate tra il 1° e il 31 marzo 2020. In attesa di pubblicazione degli strumenti attuativi della presente agevolazione.

La principale novità per l’anno 2020, introdotta dal Decreto Rilancio (oltre l’innalzamento della misura del bonus pubblicità dal 30% al 50% del valore degli investimenti pubblicitari effettuati su periodici e emittenti) consiste nel fatto che il credito di imposta è calcolato nella misura unica del 50% dell’intero valore degli investimenti pubblicitari effettuati, e non più sul valore incrementale rispetto all’anno precedente. Ciò significa anche che possono accedere all’agevolazione sia imprese costituite nel 2020, sia anche imprese che non hanno effettuato investimenti pubblicitari nel 2019 o anche imprese che effettuino un investimento in pubblicità inferiore a quello dell’anno precedente.

Cos’è il bonus pubblicità

Si tratta di una agevolazione Statale erogata sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione F24, che mira ad incentivare gli investimenti pubblicitari su giornali (digitali e cartacei), televisione e radio con lo scopo di accrescerne le entrate.

Attenzione non sono ammesse al credito d’imposta le spese sostenute per altre forme di pubblicità (a titolo di esempio: pubblicità sui social media o quella attraverso banner pubblicitari su portali online, i volantini cartacei, la cartellonistica, la grafica pubblicitaria ecc.).

Possono usufruire del bonus pubblicità:

  • le imprese;
  • i lavoratori autonomi;
  • gli enti non commerciali.



Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: